VILLA ALDOBRANDINI: Un giardino pensile in pieno centro


La villa Aldobrandini è un giardino pensile nel cuore di Roma


Quello di Clemente VIII (1536 - 1605) non fu un profilo tra i più bonari. Ricordato per il sommo rigore e per essere stato un papa sanguinario (fece mandare al rogo Giordano Bruno e ordinò la decapitazione di Beatrice Cenci), tuttavia, in fatto di gusti artistici, lui e suo nipote Pietro Aldobrandini furono secondi a pochi altri loro contemporanei.

Facciata interna. Quella principale si affaccia su Via Panisperna
                              


L'omonima villa Aldobrandini venne concepita ad inizio '600 come un giardino pensile che si ergeva sopra il centro città, sfruttando la base di alcune strutture romane di II secolo ed ampliando una precedente villa di proprietà della famiglia Vitelli. Il giardino presentava una perfetta armonia tra marmi antichi e spazi verdi.

I colpi d'occhio mozzafiato non mancano affacciandosi dalla terrazza della villa: S. Caterina a Magnanapoli e la torre delle Milizie 



La villa stessa, la cui facciata principale si affaccia su Via Panisperna, fu, inoltre, il luogo di raccolta di una delle collezioni d'arte più famose di sempre: opere di Correggio, Giorgione, Tiziano, Leonardo, Tintoretto. Su tutte, però, aveva somma importanza l'affresco romano risalente al I secolo a.C. detto "Le nozze Aldobrandini", venuto alla luce nell'adiacente zona dell'Esquilino e conservato in questa favolosa residenza. La collezione finì smembrata a causa degli eventi che interessarono la famiglia Aldobrandini e quando il sito fu interessato e stravolto dai lavori per l'apertura di Via Nazionale.
Effetto ottico: Il cavallo di Vittorio Emanuele sembra trottare con classe sui tetti di Roma


Oggi sono aperti al pubblico solamente i giardini della villa ma la magia dei suoi tempi migliori, grazie anche a un lungo e faticoso restauro, sembra essere fortunatamente rimasta intatta.



papa Clemente VIII Aldobrandini

e suo nipote il cardinale Pietro Aldobrandini


PER APPROFONDIRE

La controversa figura di papa Clemente VIII merita un approfondimento e magari in futuro la riprenderemo

Le Nozze Aldobrandini - affresco del 1601 scoperto non lontano dall'Arco di Gallieno all'Esquilino.
Quando Rubens e Pietro da Cortona lo videro nella collezione Aldobrandini ne restarono stupefatti.





Commenti

Post più popolari