LIBRI: DANILO DE NARDIS - L'EROE SBAGLIATO



BERT TRAUTMANN: DA PRIGIONIERO AD EROE

Giorni d'estate e, perchè no, di piacevoli letture sotto l'ombrellone. Tra i volumi da portare in spiaggia ne suggerisco uno, leggero ma al tempo stesso molto intrigante: "L'eroe sbagliato" di Danilo De Nardis edito dall'interessante casa editrice Urbone Publishing. Un libro che mi ha subito colpito per la particolarità del suo protagonista.

Un romanzo la cui trama è tessuta intorno alla figura del "Signor B.", presumibilmente Bert Trautmann portiere tedesco del Manchester City tra il 1949 e 1964. Un personaggio la cui storia, che è riuscita a superare gli odi e i rancori della Seconda Guerra Mondiale, ha semplicemente dell'incredibile.

Nato a Brema nel 1922, Trautmann combatte sul fronte orientale per tre lunghi anni guadagnandosi addirittura la croce di ferro per meriti di guerra. Successivamente viene destinato al fronte occidentale dove, però, finisce catturato dagli inglesi. E' uno dei 90 uomini del suo reggimento (circa 1000 unità) a salvare la pelle.

Fino al 1948 rimane prigioniero in Inghilterra nel campo di Ashton in Makerfield, dove inizia a giocare al football nel ruolo di portiere nei tornei che si disputano tra squadre di reduci e detenuti di guerra. Trautmann però dimostra da subito, pur non avendo mai giocato a calcio, di possedere l'istinto del campione. Così, dopo aver deciso di rimanere stabilmente in Inghilterra, viene prima ingaggiato dalla squadra del St.Helens e poi addirittura dal Manchester City.

A quattro anni dalla fine del conflitto, gli sberleffi dei tifosi, le perplessità, i mugugni e le provocazioni iniziali per via della sua nazionalità potrebbero sembrare degli ostacoli insormontabili per chiunque. Non per Trautmann che invece risponde colpo su colpo sia parando i tiri degli avversari in campo sia smontando ogni critica proveniente dagli spalti.

Così, nel giorno della finale di FA Cup del 1956, ecco arrivare il suo momento magico: in un uscita kamikaze su Peter Murphy, ormai lanciato a rete, Trautmann subisce la dislocazione di ben 5 vertebre del collo. Il dolore è lancinante ma la volontà dell'estremo tedesco è più forte. Rimane in campo e continua incredibilmente a parare. Il Manchester City vince partita e trofeo. Trautmann, il tedesco, diventa un eroe d'Inghilterra! 

La narrazione di De Nardis, chiara e coinvolgente, ti guiderà molto piacevolmente tra storia e romanzo. Libro per romantici calciofili e non, assolutamente da comprare.


                              




PER APPROFONDIRE

"L'eroe sbagliato" - di Danilo De Nardis
Urbone Publishing - 2014
Euro 12

Bert Trautmann - profilo da Wikipedia

Commenti

Post più popolari