LA CORTE TRANSUMANTE DI GIOVANNI LINDO FERRETTI




Foto dalla pagina Facebook - Corte Transumante di Nasseta


Scrivo questo post con diversi giorni di ritardo ma con l'anima piena di nitida emozione, come se avessi assistito allo spettacolo giusto la scorsa notte. Di seguito le foto scattate durante la performance "Oracolo"della Corte Transumante di Nasseta di Giovanni Lindo Ferretti inclusa nel Festival Sconfinando 2014 oltre ad alcuni scatti effettuati nel centro di Sarzana.





Orario: 2.30 a.m.  Luogo: Fortezza di Sarzana (La Spezia)

L'esperienza vive nel cuore della notte, mentre la luna squarcia le nubi che han portato pioggia per tutta la giornata. Fiaccole! Un lampo di Medioevo sotto i bastioni della fortezza. Il poeta è lì. Un punto fisso. Scandisce, con voce melodiosamente ferma, i racconti tramandati da un tempo marginale che riesce magicamente ad invertire le bioritmiche leggi del presente. Un oggi in cui l'empatia è in via di estinzione.








Il poeta viene da lontano. Ha fatto un lungo cammino per portarci il suo messaggio. I versi sono penetranti, quasi armonicamente in asse con il mondo circostante. Un'armonia che influenza i corpi sinuosi delle danzatrici, misteriose, eteree figure in movimento nell'oscuro manto della notte. Un'armonia che si fonde col ritmo battente dei fabbri, con le melodie della zampogna e della ghironda. Un'armonia che si riflette negli eleganti movimenti dei cavalli. L'indistinguibile simbiosi tra umana fallibilità e nobiltà animale. L'armonia di un attimo che si conserva a lungo negli abissi dell'anima e della quale il nostro corpo non sarà mai sazio.





Foto dalla Pagina Facebook - Corte Transumante di Nasseta
  









Commenti

Post più popolari